[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

Sapori e profumi della cucina di terra

Percorrendo il territorio della provincia è facile imbattersi in ristoranti e aziende agrituristiche che propongono nei loro menù i piatti tradizionali della cucina di terra. Piatti caratterizzati da sapori decisi, profumi della terra legati alle colture agricole e agli allevamenti che da sempre garantiscono il sostentamento del territorio.

Ricette semplici, dai sapori indimenticabili: malloreddus alla campidanese, cruxionis de arrascottu e culurgionis di patate, primi piatti deliziosi, che introducono il palato ad assaporare sapori ben più decisi come il croccante maialetto o il dorato agnello arrosto, il tutto condito dall’ immancabile vino rosso.

Prodotti tipici La Sardegna è isola di tradizioni antiche che nemmeno la modernità è riuscita a scacciare via. Gesti antichissimi rivivono ancora oggi nelle cucine delle case private, così come in quelle di ristoranti e agriturismi disseminati nel territorio.

Il tipico pasto campidanese si apre con gli antipasti: tocchetti di pecorino di diverse stagionature prodotto in uno dei tantissimi laboratori caseari, salumi, olive, carciofini, cardi e peperoni sott’olio, preparati in casa dalle mani laboriose di abili massaie.

Protagonisti assoluti dei primi piatti i gustosissimi malloreddus a sa campidanesa, piccoli gnocchi di pasta di semola di grano e zafferano conditi con un sugo a base di aglio, cipolla e pezzi di salsiccia fresca, il tutto spolverato con il pecorino grattugiato. Questo piatto è diffuso in tutta la provincia, così come un altro secondo ugualmente noto, is cruxionis de arrascottu, ravioli di pasta fresca ripieni di ricotta fresca e menta, zucchero e scorza di arancia grattugiata, accompagnati da un sugo semplice. Nell’area settentrionale della provincia, al confine con l’Ogliastra, sono tipici i culurgionis, ravioli a forma di spiga ripieni di crema di patate,  formaggio fresco e mentuccia.
Maialetto e agnello arrosto sono i secondi piatti tipici per eccellenza. La peculiarità del gusto è dato dalla particolare cottura, allo spiedo sulla brace. Il primo, una volta cotto, viene adagiato su un letto di rametti di mirto, per poi essere tagliato a tocchi di media grandezza su un tagliere di sughero. Sull’agnello, a fine cottura, viene spolverata la semola grossa che gli regalerà il classico colore dorato e la caratteristica fragranza. Altri secondi caratteristici sono la pecora bollita (o “pecora in cappotto”) accompagnata dalle verdure bollite, le trattalias, budella di agnello o capretto intrecciate, cotte arrosto con lo spiedo, o bollite e accompagnate dai piselli. Tra i contorni segnaliamo le favette bollite, o nella variante con le uova o con il lardo, e per i più temerari i sizzigorrus cun bagna, le lumachine con il sugo.

Infine la conosciutissima panada, un involucro di pasta di semola il cui interno viene riempito di carne di carne (maiale, pecora o agnello), verdure, anguille.

Un bel rosso corposo dei vigneti autoctoni, frutta di stagione e dolci tipici completano un pasto dal gusto memorabile.

Comuni interessati: Tutti i comuni della provincia

Periodo consigliato:

Tutto l’anno.


Da portare a casa

Confetture varie, zafferano, verdure sott’olio, formaggi, vini, dolci.


Condividi su...

[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

[ Salta al Servizio Calendario eventi ] [7];

Info Point

[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

[ Salta al Servizio Meteo ] [8];

Torna indietro di un giorno
18 GIU
19 GIU
20 GIU
Vai avanti di un giorno

<< Giugno >>



Tuffo in mare
Tuffo in mare

jAPS2 Video Example. Flash Needed. You may download Adobe Flash Player to view all the content on this site. Per visualizzare il filmato serve il plugin Flash, disponibile per tutti i sistemi operativi e per tutti i browser. Scaricalo (basta un minuto).

Video - Sud Sardegna: Pure Emozioni (3^ parte)

Informazioni Meteo non disponibili

Provincia di Cagliari
Assessorato Sviluppo Economico, AttivitÓ Produttive, Turismo e Politiche Comunitarieá- Settore Turismo
Via Diego Cadello 9/B - 09121 Cagliari