[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

Alla scoperta della provincia di Cagliari: dai monti della Barbagia di Seulo alle spiagge del sud

Prendete otto regioni storiche della Sardegna centro-meridionale, ognuna con le sue caratteristiche peculiari. Aggiungeteci la città più grande e più affascinante dell’isola. Contornatele con spiagge e scogliere di uno dei mari più belli del mondo. Metteteci una flora e una fauna che solo qui prosperano, monumenti risalenti a ogni periodo della preistoria e della storia dell’umanità, prodotti agroalimentari genuini e saporiti, montagne, laghi, fiumi, foreste. Aggiungete al tutto un popolo amichevole e ospitale, con le sue usanze tradizionali, con il suo spirito religioso e la sua antica allegria pagana. E con un sistema ricettivo di notevole qualità. Questa è la provincia di Cagliari

Cartina della Sardegna - Evidenziata tutta la provincia di Cagliari La provincia di Cagliari, con i suoi 71 comuni e gli oltre 500 mila abitanti (un terzo dell’intera popolazione dell’isola), è un caleidoscopio magico di realtà ambientali, paesistiche, storiche e culturali.
L’itinerario inizia dalla regione che segna l’estremo lembo settentrionale della provincia, un centinaio di chilometri a nord del capoluogo: la Barbagia di Seùlo. Siamo ai piedi del Gennargentu, tra alture boscose e spettacolari valloni attraversati dal fiume Flumendosa, così ricco di acque da soddisfare con i suoi bacini le esigenze civili e industriali dell’intera provincia. L’acqua è la caratteristica di uno dei più pittoreschi paesi di quest’area, Sàdali, che vanta all’interno dell’abitato sorgenti, fontane, ruscelli, cascate che ne fanno un’attrazione davvero unica. A Sàdali si venera san Valentino: intorno a una sua statua risalente al 1400 (e arrivata in maniera leggendaria in paese) gli innamorati celebrano singolari riti propiziatori.
Scendendo a sud lungo la statale 198 entriamo nel Sarcidano. Il grigio dei graniti lascia il posto al biancore del calcare, punteggiato dai rossi rugginosi dei tanti nuraghi tra cui l’imponente Arrùbiu di Orroli, così detto appunto per il colore dei muschi e dei licheni che lo ricoprono. Terra di grandi vini, derivati dall’originale vitigno muristellu, è anche apprezzato dagli sportivi di tutto il mondo che nei suoi laghi e tra le sue rocce praticano sport acquatici e spericolate arrampicate libere. E non mancano solide e singolari tradizioni culturali come quella tessile e quella del rame, alle quali Ìsili (cittadina di tessitrici e di ramai discendenti di un’antica colonia rom) ha dedicato un interessantissimo museo.

Seguendo un itinerario magicamente descritto da David H. Lawrence nel suo Sea and Sardinia entriamo nella Trexenta (attenzione, la x si pronuncia come la j francese): a Gèsico, paese che dedica alle sue lumache sagre ed eventi di grande richiamo, a Suelli, patria di san Giorgio vescovo cui è dedicata la cattedrale con un meraviglioso retablo, a Senorbì che è il centro più grosso e più importante, a Guasila con la parrocchiale che ricalca, con la pianta circolare e la cupola tondeggiante, il modello classico del pantheon.
Entriamo nel Parteolla, segnato da pascoli e da rilievi vitati dai quali aziende cooperative e private ricavano, specialmente a Dolianova, a Serdiana e a Donori, vini e formaggi che hanno conquistato i mercati nazionali ed esteri. Attraversiamo il Campidano di Cagliari, pianura tradizionalmente vocata all’orticoltura. Quartu Sant’Elena, benché sia diventata per popolazione la terza città dell’isola, conserva scorci e usanze che sanno di civiltà antica. A Selargius, ai primi di settembre, da non perdere il tradizionale rito dello sposalizio in costume, con gli sposi legati da una lunga catena di ferro.
E siamo a Cagliari. Il capoluogo meriterebbe un capitolo a sé: difficile descriverne in poche righe i monumenti, le bellezze architettoniche, le viuzze dei quartieri storici ricchi di odori e di umori popolari, i tanti colli su cui è costruito, il meraviglioso scenario della città che digrada verso il mare, un mare che oltre alla splendida spiaggia del Poetto vanta un golfo che è considerato dai grandi protagonisti degli sport velici uno dei migliori campi di regata del mondo.
Cagliari fa da cerniera alle tre regioni che ai suoi lati completano la provincia. A est il Sàrrabus e il Gerrei, singolari territori che comprendono le inestricabili rocciosità dei Sette Fratelli, del Serpeddì e del Genis, dove gli antichi abitatori veneravano il cielo con monumenti che richiamano Stonehenge e dalle cui viscere i Romani traevano quantità di argento e di altri metalli preziosi. Queste aspre montagne dilatano poi in litorali sabbiosi che si stendono a perdita d’occhio, come la spiaggia di Costa Rei che è lunga ben 8 chilometri.  Per non parlare di quelle di Porto Corallo, di Geremeas, di Torre delle Stelle, di Solanas e della splendida Villasimius, con i suoi isolotti e l’area marina protetta.
La provincia si chiude infine a ovest di Cagliari con la porzione orientale del Sulcis. Anche qui mare e spiagge di sogno, importanti resort turistici celebri in tutto il mondo, impianti golfistici di prim’ordine, monumenti storici fondamentali come la città fenicio-punico-romana di Nora. Alle spalle un sistema montuoso che ospita oasi faunistiche e flora endemica, e sui cui costoni corre la litoranea fino a Teulada che può essere considerata una delle strade panoramiche più spettacolari della Sardegna, bella, sorprendente, inaspettata. Come tutta la provincia.

Comuni interessati: Tutta la provincia di Cagliari

Periodo consigliato:

Tutto l'anno


Condividi su...

[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

[ Salta al Servizio Calendario eventi ] [7];

Info Point

[ Torna all'inizio della pagina ] [0];

[ Salta al Servizio Meteo ] [8];

Torna indietro di un giorno
22 APR
23 APR
24 APR
Vai avanti di un giorno

<< Aprile >>



Olio
Olio

jAPS2 Video Example. Flash Needed. You may download Adobe Flash Player to view all the content on this site. Per visualizzare il filmato serve il plugin Flash, disponibile per tutti i sistemi operativi e per tutti i browser. Scaricalo (basta un minuto).

Video - Sud Sardegna: Pure Emozioni (2^ parte)

Informazioni Meteo non disponibili

Provincia di Cagliari
Assessorato Sviluppo Economico, AttivitÓ Produttive, Turismo e Politiche Comunitarieá- Settore Turismo
Via Diego Cadello 9/B - 09121 Cagliari